inGiappone

settembre 12, 2008

anche i Giapponesi, nel loro piccolo… (2)

… hanno paura dei ladri.
In precedenza, mi sono stupito per la sicurezza del Giappone molte volte: i miei genitori non chiudono a chiave la porta di casa (inizialmente pensavo che non ci fosse nemmeno la serratura! Poi hanno rimosso le placche di protezione ed in effetti c’era…), le finestre non hanno i blocchi anti-apertura, a scuola gli armadietti non hanno il lucchetto, durante l’ora di educazione fisica tutti lasciano portafogli, cellulare e quant’altro in bella vista sui banchi (ritrovandoli poi al ritorno!) e gli esempi possono continuare.

Ma, nel recondito inconscio, i giapponesi sono pronti a prendere misure drastiche per difendersi dall’incubo ladri, come è emerso quest’oggi durante l’ora d’inglese, quando una domanda, apparentemente banale, ha rivelato tutti i più oscuri abissi di diffidenza che si nascondono dietro il pacato viso giapponese. La domanda era: “Cosa faresti tu per difendere casa tua dai ladri?” e la ragazza scelta per rispondere all’esercizio ha scritto alla lavagna: “Riodinerei le scarpe”.
Al che, la professoressa (americana) ha chiesto: “E perché riordineresti le scarpe?” “Perché così, almeno, il ladro vedrebbe che io sono in casa, e non entrerebbe”

Che dire… come si fa a restare impassibili di fronte a tanta innocenza?

Blog su WordPress.com.