inGiappone

settembre 17, 2008

Riso

E’ incredibile il peso che ha il riso in Giappone: si dice che sia come il grano da noi – il che, per l’incidenza percentuale nella dieta, è vero – ma in realtà è molto più presente che non da noi. Quando mai avete visto una pubblicità che pubblicizzasse mietitrebbie in televisione? Ecco, appunto…
Sul meteo nazionale, della NHK, si vedono, oltre alle temperature di tutto il Giappone e tutti gli “avvenimenti meteorologici”, segnali di allarme, indice di asciugatura panni stesi e quant’altro, anche i progressi della mietitura del riso d’autunno e dell’avanzamento della fioritura dei ciliegi d’estate.

Tutto questo, comunque, per dirvi una cosa: è arrivato il tempo della raccolta!! (^_^) Da due mattine che vado a scuola, vedo i contadini che raccolgono il riso!!

Riso steso ad asciugare

Riso steso ad asciugare

Le costruzioni di legno nella foto servono per far asciugare il riso, probabilmente prima o poi lo tireranno dentro visto che sta arrivando un tifone (!!). Il bello è che lasciano tutto il raccolto così, all’aria, senza aver paura che nessuno rubi nulla (e, con quello che costa il riso giapponese qui – quello d’importazione è molto meno caro -, ce ne vuole per non lasciarsi tentare…).

Effettivamente, sono stato molto più conciso di quanto prevedessi, ma sto davvero svenendo sulla tastiera, quindi updaterò (…) domani, se riesco a tirar fuori qualcosa di plausibile.
Oyasuminasai!
Marco

Annunci

settembre 11, 2008

anche i Giapponesi, nel loro piccolo… (1)

Oggi nasce una nuova rubrica, intitolata: “anche i Giapponesi, nel loro piccolo…”. Mi sono reso conto che, dal mio blog, il Giappone sembra il regno della perfezione (ed in effetti è quanto di più vicino io abbia mai visto…), ma – come direbbe il padre della mia migliore amica con un’enfasi che io di certo non riuscirò mai ad imitare – “tutto il mondo è paese!”. Dunque, anche il Giappone ha i suoi lati oscuri: alle volte, come nel post di oggi, fanno sorridere – e questo giustifica il “nel loro piccolo” – ma visto che prima o poi scoprirò qualche seria magagna la incasellerò prontamente in questa rubrica.
Che ve ne pare?

Anche i Giapponesi, nel loro piccolo… si ribellano.

Ribellione alla giapponese

Come mai la chiamo ribellione? (e soprattutto, cosa c’è nella foto?)
Nelle scuole giapponesi, è obbligatorio indossare una divisa (seifuku), rigidamente uguale per tutti gli alunni. Ma lo spirito creativo alberga in ognuno di noi, ed i giapponesi non fanno eccezione: come poter esprimere lo stesso la propria personalità, dunque? Indossando, sotto la camicia della divisa, delle magliette con colori accesi o molto definiti, i cui disegni risaltino anche sotto la camicia. Geniale!? Ecco, non troppo, a dire il vero, in particolare in questo periodo dell’anno… l’estate giapponese è torrida, e, se io con solo la camicia sudo, posso immaginare il caldo che faccia lì dentro. Tra l’altro, anche durante l’ora di educazione fisica tengono la loro maglietta personalizzata, il che li obbliga a tenere, sopra la t-shirt, la FELPA della divisa da ginnastica, portandoli a temperature interne prossime al collasso.

Eh già: spiriti ribelli, questi giovani di oggi.

(effettivamente, quando durante educazione fisica sudano come delle bestie con la felpa pur di tenere la loro maglietta, fanno davvero tenerezza)

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.