inGiappone

dicembre 7, 2008

やった!

Mangiare l’anguilla più buona nel raggio di 110 kilometri da Iida: fatto.

delizioso!

unagidon, ovvero riso con anguilla alla griglia (ed una salsa dolce che, da sola, dà metà del sapore): delizioso!

Sopravvivere alla bufera neve mentre gioco a calcetto (notoriamente, lo sport a cui sono più negato in assoluto – e, fidatevi, di mio sono già negato in generale…): fatto.

sorriso tirato per nascondere i tremori da freddo, manina alla giapponese per evitare di mostrare l arrossamento da freddo... sì, ora ci siamo! xD

sorriso tirato per nascondere i tremori da freddo, manina alla giapponese per evitare di mostrare l'arrossamento da freddo... sì, ora ci siamo! xD

Prendere una pallonata in testa per fare una foto alla neve che cade: fatto.

notare verso dove stanno correndo i due al centro...

notare verso dove stiano correndo i due al centro...

Ricevere un compassionevole – ma amichevole – sguardo da “Povero gaijin, non è abituato a certe cose…”: fatto.

egli si chiama Yoshiyuki di nome, ma "yuki" in giapponese vuol dire neve..)

lo chiamavano yoshi-yuki (battuta trash difficile da capire...: egli si chiama Yoshiyuki di nome, ma "yuki" in giapponese vuol dire neve..)

Fare una fotografia ai secchioni dei rifiuti della scuola, beccandoti gli sguardi attoniti di tutti: fatto.

il sogno di ogni ambientalista... raccolta iper-differenziata e, udite udite, rispettata

il sogno di ogni ambientalista... raccolta iper-differenziata e, udite udite, rispettata

Imbruttire al tuo otoosan perché vorrebbe usare la macchina per andare al centro commerciale, mentre tu vorresti usarla come misuratore di accumulo neve: fatto.

peccato!

peccato!

Scrivere in maniera quasi-semi decente (a parte il trattino sopra, l’inclinazione della parte inferiore, la spaziatura fra la linea centrale ed il carattere di “kokoro”… in effetti, non è scritto in maniera decente!) l’ideogramma di “Ai” per l’esposizione del club di calligrafia della mia scuola: fatto.

Ai

Ai

Sfidare i -5 gradi, il sonno, le lastre di ghiaccio sulla discesa di casa, i minuscoli sedili di una kei-jidousha (una di quelle minuscole macchinine giapponesi) e la grammatica giapponese per andare a Matsumoto a fare il JLPT in compagnia di due signore, una coreana ed una peruviana, dai cognomi giapponesi: fatto.

solita espressione ambigua... provato dopo 6 ore di esame!

solita espressione ambigua... provato dopo 6 ore di esame!

Fare un esame di giapponese, in Giappone, alla giapponese, con i “Kitto Katsu” (all’azuki!) ed il portafortuna regalatomi da mia sorella prima di partire: fatto.

ecco il mio set per affrontare la sorte! ^^

ecco il mio set per affrontare la sorte! ^^

Direi che, per questo weekend, può bastare!

10 commenti »

  1. E l’esame com’è andato?
    (in ogni caso…chi è il ragazzo che indossa la maglia della Sampdoria??? lo stimo! :D)

    Commento di Serena — dicembre 8, 2008 @ 1:02 am

  2. Bellissime foto, complimenti.

    Mitico Kitto Katto, portafortuna universale per gli studenti giapponesi, forse dovresti spiegare il perchè ^^

    Mi aggiungo ai complimenti per il ragazzo con la maglia della Samp ^^

    Commento di Mario — dicembre 8, 2008 @ 4:07 am

  3. Sei Grande Marco!!! Se alla tua età fai già tutte queste cose, chissà che dovremo aspettarci nel futuro. ^O^

    Oggi (7 dic) siamo stati impegnati nello stesso esame, eh? Mentre tu stavi a Matsumoto, io ero a Roma, in una bellissima giornata, ospite delle aule della Facoltà di Architettura davanti all’Istituto Giapponese di Cultura. Da non crederci! Il 2kyuu era il livello più affollato.
    Come ti è sembrato? Kanji-goi e bunpou erano decisamente fattibili ma…la dokkai, meglio non ripensarci!

    Commento di Fabiana — dicembre 8, 2008 @ 6:00 am

  4. meglio non montarsi la testa… xD effettivamente, io avrei potuto fare il 3級 (ah che bella la tastiera giapponese che ti fa cambiare in un secondo da romaji a kana! xD) tranquillamente quest’anno, per poi prendere il 2 l’anno prossimo, ed essere sicuro di farcela tutte e due le volte.. pero` (era settembre quando ho fatto la domanda) ho pensato che se avessi scelto il 3級 non mi sarei impegnato al massimo durante il periodo di studi in Giappone, e dunque ho scelto l’obiettivo piu`difficile. tuttavia, alla fine non e`andato tutto come previsto: pensavo di studiare durante le lezioni di scuola, ma alla fine ho scoperto che, impegnandomi, riuscivo a capire abbastanza decentemente; dunque ho preferito tentare di stare al passo con gli altri (ovviamente, con alterne vicende…) piuttosto che isolarmi. dunque… beh insomma, alla fine non e`andata malissimo, ma… come hai detto tu, la dokkai e`stata davvero tostissima. in ordine decrescente di difficolta`, metterei: chookai (per la quale, volente o nolente, ho fatto esercizio per quattro mesi…!), kanji (mannaggia a 競争, che non era nella lista del mio libro! xD), bunpou, goi e, parecchio staccata, dokkai. il punto e`che di tempo per la comprensione del testo ce n’era davvero pochissimo, in piu`le domande sono (non che non me l’aspettassi dai 模擬試験 che ho fatto, pero`…) sempre non immediate, e farle tutte dopo aver letto e`quasi impensabile (io ho prima letto tutto il testo, poi riguardato ogni singolo pezzo a cui si riferiva ciascuna domanda).
    insomma, alla fine penso di non averlo passato, ma solo per poco!
    vedremo un po’… tanto per i risultati di tempo ancora ce n’e`!
    conoscendo i giapponesi, immagino che anche in Italia sia il CD con le istruzioni che il personale parlassero in giapponese!
    @Mario: volevo spiegarlo, poi mi sono ricordato della mitica Bunny Chan che ne ha parlato ed ho messo un link!
    @Serena: mmm… penso di non averlo passato per poco!
    il ragazzo con la maglia della Samp (azz, davvero? io non me n’ero accorto! xDDD) e`, appunto, Yoshiyuki, un mio compagno di classe! (ho dovuto giocare a calcio come allenamento per il “kurasu macchi”, ovvero il “class match”, che si terra`domani!).
    ciao!

    Commento di marco — dicembre 8, 2008 @ 3:39 pm

  5. il set per affrontare la sorte? C’è il Kit-kat!!!! Avrai fatto furore allora! Questi giorni ho provato dei Kit-kat favolosi… sempre nuovi gusti 😀

    Commento di Rob — dicembre 8, 2008 @ 10:09 pm

  6. oppsss… mi riferivo ai Kit-Kat al gusto di Kinako… ottimi!

    Commento di Rob — dicembre 8, 2008 @ 10:12 pm

  7. Spero bene per il tuo esame!
    In effetti la maglia della Samp che c’azzecca?
    In bocca al lupo per il class match!
    A proposito di gusti del Kit Kat, perchè i gelati della Haagen-Dazs al gusto di the verde e chai non arrivano qui in Italia?? Uffa!
    Ciao

    Commento di cinciamogia — dicembre 9, 2008 @ 12:40 am

  8. Ma ti hanno fatto fare un kanji difficilissimo per quell’esposizione! Che disdetta! Io non riuscirei neanche a fare uno di quei tratti!!🙂
    Quando si saprà il risultato dell’esame?

    Commento di Nicola — dicembre 12, 2008 @ 10:01 am

  9. il bello è che me lo sono scelto io… è il preferito della mia ragazza. peccato averlo rovinato con la mia infausta mano! xDDD
    comunque, al contrario di quanto sembri, i kanji più difficili sono quelli con meno tratti, visto che, con poca roba scritta ci si concentra sulla qualità delle linee, e quella, senza anni di allenamento, non migliora per niente!!!!
    almeno, se ci sono molti tratti, puoi recuperare sul bilanciamento e confondere l’osservatore distratto!!!😛
    il risultato… si saprà a metà febbraio!

    Commento di marco — dicembre 12, 2008 @ 10:49 pm

  10. E quando ce la fai vedere la tua ragazzaaaaa!!!!

    Commento di nicola — dicembre 15, 2008 @ 12:50 am


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: